Febbraio...

Publié le par Raffaella

Sedici anni fa, a quest'ora, stavo cercando di capire come avremmo potuto andare avanti. Come sarei riuscita a respirare senza sentire dolore, come saremmo mai riusciti a concepire un futuro senza di te.

La lancinante, improvvisa e definitiva consapevolezza che sorrisi senza ombre, gioie senza rimpianti, non ce ne sarebbero stati mai più.

I dolori affievoliscono, ma solo per tornare prepotenti, a ondate. 

Oggi fa male, fa malissimo. 

Fa così male perchè vorrei che fossi qui; mi piace immaginarci intorno al tavolo di legno, tutti e dieci; il camino acceso, le gnome che giocano insieme mentre noi parliamo fitto fitto di cosa è successo, cosa non ha funzionato e cosa ci riserva domani, dopodomani e ancora. Scenari possibili e impossibili.

Il tuo posto vuoto attorno a quel tavolo è un peso che a volte diviene insostenibile.

Mi manchi, ci manchi da morire.

Raffa

 

camino.jpg

Publié dans Me

Commenter cet article

marina 06/03/2013 18:10


non capisco di chi scrivi ma non importa perchè capisco che il vuoto da colmare è grande come il dolore che dopo tanti anni è lo stesso, io ti posso offrire solo un abbraccio, ti penso, penso di
capire il dolore ma non so fino a dove, marina

Raffaella 13/03/2013 22:40



è un pensiero che dedico a mio padre, che se ne è andato troppo presto, tanti anni fa. Grazie dell'abbraccio. :)