Ancora ricordi...

Publié le par Raffaella

Stavo leggendo i commenti che avete lasciato al mio articolo su mio padre, e avevo così tante cose da dire a ciascuna di voi che lo spazio "commenti" non sarebbe bastato, così ho deciso di aggiungere un post-scriptum.

Il veliero è la riproduzione del "Black falcon", e sì Rossella, è a casa mia, grazie a mia madre che ha deciso di regalarmelo lo scorso Natale.. così me lo posso rimirare tutte le volte che voglio.  Mi piace ripensare a quando ero piccola e lui lo stava costruendo: avrò avuto 6 anni, e lui era in questo suo sgabuzzino laboratorio, ed era tutto intento a curvare le listarelle di legno dello scafo utilizzando una bottiglia, e una volta curvate le inchiodava alla struttura portante con chiodini minuscoli. Era davvero in grado di fare di tutto.. e qualche volta, oggi, penso che se fosse qui alcuni dei miei "desideri crocettosi" (penso ad esempio alle farfalline in legno portafilati o alle scatole portaricamo) sarebbero, come si dice, cosa fatta!

Ho visto che, purtroppo, siamo in molte a non avere più il nostro papà "fisicamente" accanto a noi... il mio aveva  solo 54 anni quando è morto, ed io appena 30.  Penso spesso a quanto ci è stato tolto, reciprocamente: a lui, che aveva ancora migliaia di interessi ed il sogno di passare la parte migliore della vita insieme a mia madre, in un posto qualsiasi vicino al mare... che non ha potuto accompagnare mia sorella all'altare nè abbracciare nessuna delle sue nipoti... a noi, a me che pure ci discutevo spesso, ma che amavo così tanto parlare con lui, alle mie bambine, cui racconto ogni giorno di quanto nonno Gianni fosse speciale.

Chiunque lo abbia conosciuto ne ricorda due cose: era un uomo perbene e aveva un sorriso senza eguali... e ci manca così tanto che fa male.... 

Publié dans Me

Commenter cet article

Raffaella 15/06/2006 18:26

Grazie ragazze, mi avete commossa, davvero!!

Miriam 15/06/2006 18:03

Cara Raffaella,
anch'io mi sono commossa. Ho la grande fortuna di avere ancora due genitori di 84 anni, purtroppo non ho figli. Devo dire grazie a Dio, anche se mamma 2 anni fa ha subito una terribile caduta dalle scale ed è stata in ospedale per 6 mesi!!
Quest'anno ho avuto grossi problemi di salute, e ringrazio veramente il Signore di averli ancora anche se acciaccosi e anziani, se non avessi avuto loro non so proprio come sarebbe andata...
Non voglio pensare a quando non ci saranno più, è che tante volte diamo per scontate tante situazioni che scontate non sono e purtroppo ne capiamo il valore "dopo".
Ho visto che il tuo papà amava le "miniature"!!! Il veliero e "superb"!!!
Grazie per il tuo scritto sei una bella persona.
Un caro saluto e un abbraccio virtuale.
Miriam
 

Rossella 14/06/2006 07:29

Ragazze, facciamo un club? Io all'altare ci sono andata accompagnata da un mio zio, fratello di mio papà. Il mio papà non ha nemmeno conosciuto mio marito ma il mio bimbo si chiama come lui e riconosce il nonno Lelio nelle fotografie. Adesso basta perchè mi sto per mettere a piangere e qui in ufficio non mi pare proprio il caso...
Grazie Raffa: è bello poter parlare di cose così nostre a persone che sanno capire e che si sente che ci sono.
Ross

Raffaella 13/06/2006 19:33

Also My sister asked her Godfather to walk her down the aisle: he was my father's best friend and I know that he was smiling at us during that day...  it's a kind of bittersweet feeling when I think about him: I have so many happy moments to remember, but it often ends up with me crying, 'cause I miss him so much.  I'm so sorry that you had to feel the same pain...
Hugs, Raffa
PS: next time I promise there'll be also a translation in English. :-))

IaGal 13/06/2006 16:34

*hugs* I'll just post in english. I read (again, after translated) about your sister not having your dad to walk her down the aisle and I totally understand how hard that is as my father passed away at age 62 just a year and a half before my wedding. I had my Godfather walk me down the aisle - but oh was he missed. *hug*