Raccontami

Publié le par Raffaella



Qualche tempo fa un'amica di web mi aveva chiesto di darle una mano per un suo progetto importante; mi aveva spiegato che il sapere come e perchè questo blog (e non solo questo) era nato l'avrebbe aiutata a completare il percorso che aveva intrapreso.
Ci ho messo tanto a rispondere, e lei lo sa che non è stato per presunzione, o malavoglia, o chissà-cosa-mai... è che faticavo a trovare le definizioni, le spiegazioni, prima ancora che per gli altri per me stessa, anche perchè la casa delle Crocette Colorate di oggi è completamente diversa da due anni e mezzo fa.

Questo mio spazio era nato per ospitare, come avevo scritto in passato, "un hobby che sa di antico": doveva essere la "casa" delle foto di ciò che ricamavo a punto croce, una sorta di lista dei lavori in corso, di quelli iniziati e mai finiti, dei colpi di fulmine.
Nella sua prima fase, quindi, era tutto e solo per me, il mio album di foto senza carta nè scotch; dopo una fase iniziale in cui ha ricalcato in gran parte temi e proposte di blog amici, poi è cresciuto per conto suo, e con il tempo è cambiato.
Sono cambiati gli argomenti ad esempio; non ho parlato sempre di ricamo, anche perchè spesso ago e filo fanno le ragnatele in un cassetto; qualche volta ho lasciato parlare dei ricordi, altre volte delle emozioni, in un paio di occasioni anche la rabbia, e poi, ultimamente, le pause silenziose sono diventate più frequenti.
Non so dire in che misura abbiano pesato su queste pause nuovi ritmi di vita e quanto invece siano state determinate da quello che definirei "il mio ingresso nell'età adulta del blogger"... mi spiego meglio: quando ho aperto il blog, avevo l'entusiasmo un po' naif di chi pensa "tanto mi verranno a trovare quattro gatti, e tutti amici", quindi nessuna moderazione ai commenti, qualche nome proprio di troppo, niente di troppo personale ma il tutto scritto molto allo scoperto. 
Dalla fase naif ci si sveglia, prima o poi; si scopre che:
1)  non si piace a tutti;
2) l'ovvia considerazione che "se non ti piace un posto non ci andare" non è così ovvia per tutti, e quindi può accadere di ritrovarsi invasi da commenti volgari, offensivi, insensati.
Dall'ingresso nell'età adulta del blogger in poi il mio modo di scrivere è cambiato, anche se non del tutto consapevolmente.
Criptica forse per chi non sa di me, più chiara (spero) per chi mi conosce davvero, in generale comunque più silenziosa e con la moderazione ai commenti... che questo preluda o meno a nuovi cambiamenti, a pause più o meno lunghe o definitive o a nuovi entusiasmi, francamente non lo so.
Non so nemmeno se queste quattro righe ti saranno state utili, ma ogni promessa è debito!
In bocca al lupo,
Lo!

Publié dans Me

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article

Bruna 17/01/2009 19:24

Cara Raffa, finalmente mi hanno messo l'adsl e posso aprire il tuo blog (la connessione di prima purtroppo non me lo permeeva), ti lascio i miei più cari auguri di Buon 2009, spero che ti porti tanta gioia e serenità.Un bacioneBruna

chicca 14/01/2009 01:30

tesi?

Lo 13/01/2009 12:05

cara Raffa...lo so lo so ch enon si chiede ad una signora...ma sto sistemando i vostri racconti per la tesi e ho bisogno di organizzare i dati...dovrei sapere quanti anni hai...ops ops un bacione

chicca 12/01/2009 13:42

ciao Raffa!non potevo non lasciare un passaggio e un augurio di buon 2009. Le cose cambiano per tutte/i speriamo sempre in meglio. Un abbracciochicca

pat54 11/01/2009 11:01

ciao Raffa,è sempre un piacere leggerti..........scrivi così bene.........ed è vero ciò che dici, i blog crescono con noi, e si modificano sull'onda di ciò che avviene, di quello che ci colpisce, delle nostre emozioni e dei nostri umori........ma è così bello quando gli amici, o anche gli sconosciuti vengono a trovarti e ti eprimono apprezzamenti o commenti........e per quelli malevoli o insultanti per fortuna c'è la spazzaturaBuon annopat

Raffaella 11/01/2009 14:32


Grazie Pat, sei troppo buona, e io divento tutta rossa

Felice anno nuovo anche a te!
Raffa