Giornate a colori...

Publié le par Raffaella

mon-cartable.gif

 

...a matita, acquerellabili, pennarelli sottili sottili e quelli "cicciotti", per quando coloriamo il cielo e i prati e di colore ne serve tanto, di penne blu, e rosse per i titoli e la data, e forbici tonde, colla profumata e righelli. Giorni pieni di quadretti  e di righe, che da quest'anno saranno quelli piccoli e stretti dei grandi; giorni di astucci e zaini tirati a lucido, giorni di compiti delle vacanze finiti in tutta fretta, ultime corse per essere pronti per... oggi.

retour----l---cole.gif




Una mattina un po' così, che si parcheggia così lontani che quasi conveniva farsela a piedi, l'aria frizzantina di un po' prima delle otto, e le tue guanciotte tonde tutte rosse per la contentezza e l'eccitazione.
Sembra quasi che tu non abbia atteso altro per tutta l'estate, che non volessi che arrivare a questo giorno qui, e io quasi ci crederei se non ti avessi sentita borbottare "uffa, ma non si può stare in vacanza tutta la vita?"... bella questa, devo averla pensata anch'io due o tremila volte nella vita!
Gruppi di gonnelline con lo sbuffo e zainetti delle Winx-Barbie-Principesse-Kimpossible si corrono incontro festanti, con il gruppone dei Gormiti-Wrestling-PowerRangers che guarda un po' così, di "sguincio"... al suono della campanelle sono io che fatico  a staccarmi, ti guardo parlare fitto-fitto con le amichette del cuore e sembri così serena e felice che quasi mi vergogno un po' mentre saluto i tuoi maestri, facendo finta di volermi informare sull'orario di uscita provvisorio (benedette le bidelle che non hanno ancora affisso nulla in bacheca!).
Un bacio "soffiato" e poi via, sbirciando le aule pronte ad accogliere le nuove Prime, piene di festoni, palloncini e scritte di benvenuto... e mi torna il magone, stavolta più forte, al ricordo di quella  pulcina disorientata che avevo accompagnato nella classe nuova (con i banchi alti e le sedie dei grandi!), che mi teneva per mano, stretta stretta, e guardava le facce nuove alla disperata ricerca di qualche sorriso conosciuto. Sembrano secoli, era solo due anni fa... il rischio lucciconi agli occhi si fa più forte, e allora allungo il passo verso la macchina, ma mentre vado via vedo altri lucciconi, anche sulle mamme di quelli di quinta, e un po' mi riconsolo: non sono sola!
L'aria frizzantina aiuta quando si deve ricacciare indietro un magone; si va spediti, un passo dopo l'altro, e piano piano passa... almeno così sembra, almeno fino a lunedì, quando toccherà alla piccola!

c-est-reparti.gif

 

Publié dans Cuori di mamma

Commenter cet article

Patrizia 14/09/2007 15:12

Oh Raffa! Che emozione! Siamo proprio tutte uguali... stessi sentimenti, stessi magoni,stessi pensieri: che bello è essere mamma, ma che fatica, certe volte, guardarli diventare grandi e non poter camminare loro accanto  lungo la strada della vita per sempre...!!!!Per me il magone è in agguato lunedì mattina... per non parlare del piccolo, che ricomincerà presto con il nido!!!Sei in buona compagnia, direi ;)))baciPatty

Claudia (candy75) 14/09/2007 05:57

Cuore di mamma!Piccole storie che si ripetono ogni anno, prima, seconda, terza, e la prima media? Vedere tuo figlio che varca il portone di quella scuola, sapere che sta crescendo, che ormai è un giovannotto ....Magone, lucicconi ... cuore di mamma!Ciao Raffa

romina 14/09/2007 01:06

Senti, io non ho solo i lucciconi, io sto piangendo proprio!!!Alessia comincia la materna il 26, non è mai stata ad asili nido &co. è proprio la sua (e la mia!!) primissima esperienza.... ed io ho un magone.... vabbè, lo sai pure tu che magone ho :-)))Vorrei essere una formichina per seguirla ad ogni passo e vedere cosa fa, come sta, come si comporta, cosa prova....................So già che quel giorno altro che luccicone... farò fatica a tenere chiusi i rubinetti!! SIgh... mamma chioccissima sono, non ci posso fare niente, sniff sniff....Un bacione Raffa.... perchè devono crescere così in fretta queste pulcine? A ri-sniff!

claudia 13/09/2007 09:35

Sei un poeta! Nel leggerti mi hai fatto venire in mente il libro "cuore" e mi hai ricordato il periodo in cui andavo a scuola!! Il primo giorno non me lo ricordo perchè sono passata direttamente dalla materna all'elementare nelòla stessa scuola e i miei compagni più o meno li conoscevo già...quindi credo proprio che in quel giono non ho notato lo sguardo che potesse avere mia madre

Fe 13/09/2007 08:45

Li fai venire anche a me i lucciconi.... eheheh Io cerco di ricordare ma... il mio primo giorno di scuola proprio non me lo ricordo.... mi ricordo solo quanto era lontana la mia scuola e me la facevo sempre a piedi... con le scorciatoie in mezzo ai prati... Altri tempi! Chi mai manderebbe ora da sola in giro una bimba così piccola?